24 giugno

Il Dipendente del Mese: Graziano Becattini

Il progetto Tgroup a Firenze è pienamente operativo e l’integrazione dei dipendenti Tgroup/Pertichini procede in armonia. Qui una delle figure chiave è Graziano Becattini – Responsabile di magazzino. L’esperienza che ha portato in Tgroup la chiediamo direttamente a lui…

Cosa facevi prima di entrare in Tgroup? Raccontati brevemente…
In poche parole… mi sono formato in questo settore in cui lavoro da circa 40 anni.

Di cosa ti occupi? Ci descrivi le operazioni che svolgi quotidianamente in azienda e come gestisci eventuali imprevisti?
Seguo l’andamento del magazzino con la massima attenzione, mi occupo dei ritiri e dei carichi sia in arrivo che in partenza. Gli imprevisti, che sono all’ordine del giorno, li gestisco al momento, tenendo sempre ben presente che il cliente ha la priorità.

Quali sono le maggiori difficoltà incontrate e quali le maggiori soddisfazioni?
Grosse difficoltà non ne ho avute, e comunque la consapevolezza di fare il possibile per accontentare tutti i clienti supera di gran lunga ogni difficoltà.

Qual è la tecnologia/strumento del quale non potresti proprio fare a meno?
In generale non sono una persona molto tecnologica però, visto il mio ruolo di interfaccia con il cliente, non posso fare a meno del telefono.

Tutti i tuoi colleghi sono concordi, pare che questo sia proprio un lavoro da fare in squadra…
In questo settore tutti i ruoli sono correlati, quindi il gruppo è una componente fondamentale. Più si lavora in gruppo, migliori risultati si ottengono.

Qual è il fattore che secondo te tiene così unite le tanti filiali di Tgroup in Italia?
Il fattore che unisce tutte le filiali è sicuramente la collaborazione che consente di garantire un servizio migliore per tutti i clienti.

Firenze è una sfida nuova per Tgroup, partita in condivisione con la società toscana Pertichini. Come procede l’integrazione con il Gruppo? Qual è il tuo apporto personale in questo progetto?
L’integrazione tutto sommato procede bene, il mio apporto nel progetto è cercare di fare del mio meglio, nel modo migliore possibile, per dare continuità al progetto.

L’integrazione tra le due realtà operative ha portato ad un arricchimento sia a livello umano che delle mansioni svolte da ognuno. E il confronto continua…