Trasporto intermodale: velocità e tutela ambientale


Le nostre soluzioni per interpretare il cambiamento e l’innovazione.

Trasporto intermodale

La politica dei trasporti dell’Unione Europea ha dichiarato che entro il 2030 il 30% del traffico merci oltre i 350 km dovrà spostarsi su ferrovia. Nel 2050 questa percentuale dovrebbe passare al 50% grazie a corridoi merci efficienti ed ecologici.

Tgroup ha integrato l’offerta del servizio intermodale in adeguamento alle disposizioni europee. Oggi il numero di casse intermodali movimentate superano le 90 unità e garantiscono un trasporto di qualità, sicuro e soprattutto eco-compatibile.

Un progetto responsabile

Tgroup è tra le aziende nate su gomma che meglio hanno saputo interpretare la combinazione gomma/ferro, comprendendone l’utilità commerciale e sociale in ottica crescita sostenibile.

Soluzione intermodale

Il trasporto intermodale, ideale per le medie-lunghe distanze, è una modalità di trasporto merci che consente una flessibilità ed un’integrazione ottimale fra diverse unità di carico.

Strutture funzionali

L’attenzione verso l’intermodalità ha spinto Tgroup ad investire su locations capaci di favorire direttamente l’immissione su rete ferroviaria. Da qui la scelta di collocare la struttura principale in corrispondenza del TIN, Terminal Intermodale Nola, unico interporto italiano a disporre di una stazione ferroviaria interna altamente automatizzata che raggiunge, insieme all’Interporto di Bologna, lo standard europeo con i suoi 750 metri di binari.

Obiettivo sostenibile

La scelta intermodale coniuga flessibilità ed efficienza ad una crescente attenzione verso l’ambiente. Ogni spedizione trasferita su rotaia riduce le emissioni di CO2 del 55% rispetto al solo trasporto su gomma.

Occhio al green!

Tgroup ha da tempo implementato una politica aziendale orientata alla green vision. Oltre ad avere una flotta composta per l’80% da veicoli Euro 5/6 – in linea con gli standard europei sulle emissioni inquinanti – e a ricorrere all’intermodalità per il trasporto sulle medie-lunghe distanze, ha integrato la flotta con mezzi elettrici che si inseriscono nel contesto urbano in modo ecologico e silenzioso. Una visione verde rappresenta per noi un investimento, forse il più importante, perché permette di esserci anche nel futuro.