5 ottobre

Un container Tgroup carico e un nuovo presidente per Mama Africa

È in partenza per Lomé, dal porto di Salerno, il container per Mama Africa che lunedì 2 ottobre è stato posizionato e caricato, presso la nostra piattaforma di Teverola, dai volontari con l’ausilio del personale, messo loro a disposizione per l’intera mattinata.

Come ormai saprete (abbiamo raccontato tutte le fasi del nostro sodalizio con Mama Africa), ogni due anni, ci occupiamo della spedizione del container per l’invio dei beni di prima necessità presiedendone le intere operazioni: dalla raccolta – che perviene da tutte le nostre filiali da nord a sud – al caricamento alla spedizione in Togo, premurandoci che tutto quanto arrivi a destinazione, che nulla vada disperso.

Fin qui nessuna novità. Lo abbiamo fatto e continuiamo a farlo perché crediamo nei progetti di Mama Africa. E oggi ci crediamo ancora di più se è possibile. Oggi c’è un passaggio importante che è avvenuto all’interno del direttivo di Mama Africa che, se è passato inosservato ai più, ai nostri occhi ha una grande valenza; significativa per il messaggio che porta in sé. Il professore Enzo Liguoro, insieme a tutti, ha voluto fortemente un nuovo riferimento all’interno di Mama Africa, Antoine Liguoro, che ad oggi si occupa di tutto (sempre e comunque con l’aiuto di tutti i volontari) prendendo da Papà Enzo quella praticità, quella prontezza, quella voglia di esserci sempre e comunque. Quella di sentire da dentro una missione.

Una carica rappresentativa ma soprattutto di appartenenza. Perché Antoine rappresenta la crescita, l’evoluzione di un progetto che parte da lontano e lontano va. Non è un cambio di direzione, non è un nuovo corso; è un passo avanti. Una conquista. E questa è una di quelle occasioni giuste per dirlo a chi non lo sa, per ricordarlo a chi già lo sa.

Dalla pagina di Mama Africa, il presidente Antoine Liguoro si è così speso in ringraziamenti:

“Come presidente di Mama Africa onlus, ringrazio il direttivo per il lavoro eccezionale che ha svolto per il container, per quello che fa tutto il giorno per l’associazione e per la loro pazienza. Un ringraziamento particolare va da nord a sud, a tutti gli amici di Mama Africa e i soci per gli aiuti che ci hanno dato. Un grazie alla sezione della Croce Rossa Italiana e al sindaco di Pollena Trocchia. Un ringraziamento speciale va a Tgroup SpA ed in particolare ai ragazzi di Teverola per la loro disponibilità ed aiuto. Grazie ed ancora grazie a tutti quanti.”

Ma a dover ringraziare, ancora una volta ed ogni volta, siamo noi.